Rifiuti interrati in Puglia, spunta il logo di un calzaturificio

Una svolta nelle indagini che hanno portato alla luce in diversi siti della campagna leccese i rifiuti provenienti dalle industrie del settore calzaturiero. Venerdì mattina i carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Lecce durante gli scavi effettuati nelle campagne di Patù, in località Pozzo Volito, hanno individuato tra gli scarti di cuoio, a 4 metri di profondità, alcuni pezzi di nastro adesivo di colore bianco con la scritta ed il logo di un’azienda produttrice di calzature della zona. Il nome non è stato rivelato e le indagini, condotte dal pubblico ministero Elsa Valeria Mignone, proseguiranno nei prossimi giorni con accertamenti mirati e l’ascolto di diverse persone che potrebbero essere a conoscenza dei particolari utili, anche se dalle prime indiscrezioni sembra che due persone siano già state iscritte al registro degli indagati. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati