Rifiuti speciali, operazione in un calzaturificio di Porto Recanati

Rifiuti speciali non pericolosi sequestrati e due lavoratori irregolari scoperti. È il risultato dell’operazione congiunta avvenuta stamane nel fabbricato occupato dalla Khai srl, calzaturificio nella zona industriale di Porto Recanati, compiuta dalla polizia municipale insieme all’ispettorato del lavoro di Macerata. I rifiuti erano costituiti da scarti di limatura della plastica e ritagli di gomma e poliuretano, accantonati ma non risultanti dai registri appositi. Sono in corso verifiche sull’azienda. La Khai Srl, con sede a Monte Urano (Fm), a primavera è stata protagonista di una lunga diatriba politica tra la vecchia amministrazione di Porto Recanati e la nuova giunta per una delibera di autorizzazione “fantasma”. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati