Russia: Ralf Ringer perde 11 milioni, ma cerca 200 addetti. Perché?

Russia: Ralf Ringer perde 11 milioni, ma cerca 200 addetti. Perché?

Il calzaturificio russo Ralf Ringer vede i ricavi assottigliarsi di 11 milioni di euro. Però, fa una scelta che (in apparenza) sembrerebbe contraddittoria: cerca 200 addetti. Perché?

Ringer cerca 200 addetti

La risposta è semplice. Causa Covid e lockdown, molti lavoratori sono “tornati a casa”, nei confinanti Paesi di area ex CSI. Ora, non possono tornare in Russia. In altre parole, al calzaturificio manca circa il 10% della normale forza lavoro. Ralf Ringer, infine, dichiara di impiegare 2.148 persone nei suoi 4 stabilimenti(Vladimir, Zarajsk, Mosca e Taldom) dove produce circa 2 milioni di paia di calzature l’anno. Ecco, dunque, che, per sostituire questi 200 dipendenti, Ralf Ringer sta cercando 200 persone da assumere. Anche perché dopo essere riuscito a non licenziare nei mesi scorsi, ora il calzaturificio spiega di avere la necessità di “alzare il ritmo della produzione”.

Il crollo delle vendite

Il direttore generale di Ralf Ringer, Andrei Berezhnoy, ha dichiarato che l’azienda ha perso circa 11 milioni di euro a causa di Covid-19. Ad aprile ha registrato entrate pari al 13% rispetto allo stesso mese del 2019. A maggio è “salito” al 30% e ad agosto il fatturato mensile è tornato in pareggio rispetto a 12 mesi prima. Come si legge su riamoda.ru, un anno fa Ralf Ringer ha avviato la produzione di calzature a Taldom, rilevando una fabbrica sull’orlo del fallimento. E, oggi, proprio qui vuole raddoppiare il personale. (mv)

Immagini tratte da ralf.ru

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati