Santa Maria a Monte: sequestrato laboratorio cinese di calzature

La polizia municipale di Santa Maria a Monte ha posto sotto sequestro un capannone nella frazione di Ponticelli, gestito da cinesi, in cui venivano prodotte scarpe, dopo aver trovato al suo interno uffici trasformati abusivamente in dormitori e cucina. Nei locali perquisiti sono stati trovati macchinari per realizzazione di tomaie e scarti di pelle, evidentemente derivanti dalla produzione. Negli uffici adibiti a dormitori sono invece stati trovati dieci operai che stavo dormendo. L’attività produttiva, in attesa di accertamenti, proseguirà regolarmente. (aq)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati