Scarpa Usa: il 2013 inizia con tre operazioni finanziarie

Inizia con la notizia di tre importanti investimenti finanziari il 2013 della scarpa targata Usa. Il primo riguarda il fondo Gladstone Capital Corporation che ha acquisito una quota di minoranza (pari al valore di 19,5 milioni di dollari) del più prestigioso calzaturificio a stelle e strisce: Allen Edmonds. “Si tratta di un primario e solido brand  – affermano da Gladstone – con una straordinaria reputazione per la qualità superiore e l’eccellente servizio”. Il calzaturificio del Wisconsin è un’icona per la tradizionale manifattura artigianale dei suoi modelli, basata sullo sviluppo dei cosiddetti “212 passaggi” (nella foto) e per la quale utilizza anche pelli italiane.

Altro calzaturificio, altri fondi da Wall Street. Sneaker Villa, catena con 50 negozi con sede a Philadelphia è ora partecipato dal fondo Goode Partners LLC, mentre l’operazione più interessante, per chiave di prospettiva, sembra quella che coinvolge un brand emergente in forte ascesa: Rag & Bone. “È una società che vola come un razzo e i piloti sono di gran talento” sostiene John Howard, principale azionista di Irving Place Capital, il nuovo azionista di minoranza. I nuovi fondi saranno investiti nello sviluppo dell’e-commerce aziendale e della pelletteria. La borsa è infatti l’ultima delle creazioni degli stilisti britannici Marcus Wainwright e David Neville. Il primo ha anche dichiarato che “scarpe e borse saranno al centro dei nostri interessi futuri”. La produzione delle scarpe Rag & Bone avviene sia in Italia che negli Usa, utilizzando pelli di ambedue i Paesi. (p.t.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati