Scarpe false in magazzino, sei mesi al negoziante

La disavventura di Zhongxing Ruan, cittadino cinese 34enne, titolare del negozio di calzature “Just One” all’interno del centro commerciale “I Girasoli” di Lachiarella (Milano), è cominciata con un semplice controllo della Guardia di Finanza. I fatti risalgono alla fine di settembre 2010, quando gli agenti decisero di procedere alla verifica di alcuni cartoni di merce destinata al magazzino del negozio, che sembravano provenire dalla Cina. All’interno trovarono 500 paia di scarpe di una nota marca, prive però della documentazione con l’attestazione di provenienza. Da un esame più approfondito i finanzieri scoprirono che il logo era leggermente difforme dall’originale, ma con una somiglianza che avrebbe comunque potuto ingannare il consumatore. Dopo il sequestro, la denuncia e il processo, lunedì è arrivata la condanna: sei mesi di carcere (pena sospesa) e 400 euro di multa. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati