Le scarpe fanno male? Nessun problema, c’è la chirurgia estetica…

In America, dove il fenomeno si sta diffondendo rapidamente, è stata definita come “l’ultima frontiera della chirurgia estetica”. La storia, raccontata dal New York Times, riguarda un chirurgo estetico di Beverly Hills che esegue interventi chirurgici sui piedi per permettere alle pazienti di indossare tipologie di scarpe che prima, a causa del dolore o di un difetto fisico, sarebbe risultato loro quasi impossibile. E così la bunionectomia, un intervento teso ad eliminare la borsite dell’alluce, diventa la “procedura Cenerentola”, la riduzione estetica della lunghezza di un dito si chiama “10 perfetto”, mentre l’inserimento di un cuscinetto di grasso per alleviare il dolore di chi cammina con i tacchi alti diventa il “cuscinetto pedale”. Ali Sadrieh, il chirurgo podiatra intervistato dalla testata americana (nella foto) ha spiegato che: “La mia clientela è esplosa a causa delle Manolo e delle Louboutin. Le pazienti arrivano da me con le scarpe che vorrebbero indossare. In apparenza sembra una vanità, finché non ti accorgi che una donna ha bisogno di sentirsi sicura. Certe scarpe sono uno status symbol e indossarle aiuta a creare fiducia in se stesse, a patto che non facciano male”. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati