Scarpe made in Italy per Roland Mouret

Dopo aver lanciato la collezione femminile di scarpe nel 2012 producendo in Francia, nella fabbrica di Robert Clergerie, Roland Mouret ha iniziato anche una produzione italiana per la linea primavera-estate presentata venerdì scorso nella parigina Place Vendôme. “In Italia la scarpa avrà un altro tipo di finissaggio e lucidatura” ha confermato lo stilista. Si tratta della quarta stagione per la calzatura dell’ex direttore creativo di Clergerie, con sandali, tacchi da sera, stivali e zeppe in vitellino, camoscio e rettile, in vendita a un prezzo compreso tra 600 e 1000 euro, che gli hanno garantito una calorosa accoglienza del settore, ma ancora una modesta penetrazione commerciale. I modelli di Mouret sono comunque reperibili su Net-a-porter.com e Shoescribe.com. La collezione trasferisce alcuni punti chiave del pronto moda, ovvero geometrie e contrasti fra colori solidi. Alessandra Rossi, direttore commerciale di Yoox (che acquista per Shoescribe) afferma che “aver ricoperto quella posizione per Clergerie ha aiutato lo stilista a sviluppare la collezione non solo in termini di esperienza, ma soprattutto stilisticamente come si nota da architettura e minimalismo”. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati