Senza è meglio, Della Valle celebra l’addio alla stagionalità: “Meno rischi, più fatturato, più controllo sul prodotto”

Non esiste più la stagionalità, ogni due mesi ci sono nuovi prodotti. Conseguenza: una volta organizzata la produzione, si fattura di più e si rischia di meno. Diego Della Valle cavalca il “cambio epocale”, come egli stesso l’ha definito, del mondo della moda e fiuta i relativi vantaggi. “La velocità dello stile di vita ha cambiato i calendari”, ha detto l’imprenditore a Fashion Network. “C’è stato uno sforzo organizzativo enorme per adeguare la produzione, ma ora ci sono mille opportunità in più per vendere: si può fatturare di più e si rischia anche meno perché il prodotto si monitora meglio” ha detto il patron di Tod’s che spiega anche i nuovi prodotti: “Sono utilizzabili trasversalmente, vanno bene tutti i giorni della settimana e durano tutto l’anno“. Sono gli stessi concetti che hanno animato il progetto T-Factory Tod’s che, ha detto l’imprenditore marchigiano a MFFashion “sta andando nella direzione giusta e con i tempi che ci siamo dati. Funziona l’idea di avere prodotti nuovi che arrivano negli store ogni due mesi e che hanno raccolto il consenso del pubblico”. Per Della Valle, il mercato asiatico sta andando molto bene, l’America e l’Europa performano discretamente. Parole di positività e fiducia che arrivano dopo la bocciatura da parte dell’analisi di HSBC. “E anche dall’Italia mi aspetto segnali positivi. Penso che ci sarà una buona stagione per la moda con una selezione di marchi che, in generale, che funzioneranno molto bene”. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati