Shanghai: due commercianti modificano i ripetitori dei cellulari per promuovere i loro accessori

Cosa non si o si rischia pur di farsi pubblicità… A Shanghai, due commercianti di accessori in pelle (rispettivamente di 31 e 42 anni) hanno però decisamente passato i limiti e stanno affrontando un processo. Cos’hanno “combinato”? L’accusa parla di  “distruzione delle normali funzioni di servizio pubblico di telecomunicazione”. I due, in pratica, hanno modificato i segnali dei ripetitori su cui poggiano le linee dei telefoni cellulari di alcuni distretti di Shanghai, utilizzandoli per promuovere “in modo selvaggio” la vendita delle loro scarpe e borse. La coppia si sarebbe servita di due stazioni mobili acquistate a Shenzhen per 11.200 euro e attraverso le quali hanno iniziato a inondare i cellulari della zona di sms e telefonate, bloccando letteralmente il traffico dei dati. Secondo China Mobile, il maggiore gestore di telefonia mobile cinese, nel solo mese di ottobre dello scorso anno i due avrebbero bloccato circa 140 mila segnali tra i cellulari delle aree di Shanghai coinvolte. (ap)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati