Sneaker e personalizzazione, meglio se insieme. Lo stile a theMicam conferma la forza della sportiva fashion

Sneaker ancora dominanti (“Ma vanno fatte di lusso” ammonisce Annarita Pilotti, presidente Assocalzaturifici), così come la tendenza genderless e le contaminazioni tra diversi stili. Da qui partono le indicazioni stilistiche per la prossima stagione estiva emerse a theMicam, in chiusura oggi a Fieramilano Rho. “Abbiamo ridotto un po’ i volumi rispetto alle collezioni precedenti. Non c’è un modello dominante che viene richiesto dalla clientela, a parte la sneaker, per la quale la domanda è molto forte e durerà ancora” ci ha detto Alessandro Porta del calzaturificio pugliese Jeannot. Ugualmente forte e diffusa è la richiesta di personalizzazione della scarpa. Per soddisfare questa esigenza Barracuda e Cappelletti, entrambi marchigiani, hanno sposato il tatuaggio. Il primo ha scelto Leonardo D’Autilio (foto a sinistra), in arte LeMarc, che personalizza le sneaker dipingendole in tempo reale con parole e free style per esprimere dei concetti. Cappelletti, invece, ha lanciato la capsule Ltd con l’artista Giampaolo Carli su scarpe con lavorazione Goodyear (foto a destra) e realizzate in pelle di canguro. Ne disegna due paia al giorno e vanno in vetrina a 400 euro al paio. In futuro il cliente potrà scegliere online tra alcuni pattern proposti o preferire tatuaggi unici e personalizzati. Green George ha messo le scarpe in lavatrice. Il contatto con l’acqua conferisce un particolare arricciamento sulla maxi frangia del mocassino in pelle mentre il fondo in cuoio ne esce ammaccato e con un aspetto vintage (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati