Strategie calzaturiere: Lumberjack tenta il salto di qualità, gli spagnoli di Wonders entrano nell’uomo (con pelli italiane)

Lumberjack alza la qualità (con la pelle), gli spagnoli di Wonders debuttano nella scarpa da uomo. I primi rinunciano (per ora) al web, i secondi puntano tutto sull’e-commerce. Alla prossima edizione di Pitti, il marchio Lumberjack, controllato dal gruppo turco Zylan, presenterà il progetto UN.Code (a sinistra nella foto) dove UN sta per Urban Nature, i cui prodotti verranno venduti attraverso i canali tradizionali di fascia medio-alta e non sul web, almeno per ora. Nel sito internet aziendale vengono presentati due modelli di scarpe: sneaker e mocassini, entrambi realizzati con pelle scamosciata. Zylan, 5.000 dipendenti e una distribuzione di oltre 20 milioni di paia di scarpe in una quarantina di paesi del mondo, ha acquisito il brand Lumberjack nel 2012, ha trasferito la sede da Milano a Treviso, per controllare meglio le lavorazioni del distretto di Montebelluna, ha chiuso una ventina di negozi ed è riuscita a far progredire il brand Lumberjack dai 23 milioni di fatturato del 2014 ai 40 del 2017 con ottime previsioni per quest’anno. Wonders, marchio spagnolo che produce oltre 700.000 paia di scarpe l’anno e fattura 32 milioni di euro, debutta nella calzatura da uomo (a destra nella foto) con la primavera-estate 2018, attraverso due modelli in vendita esclusivamente sul web. Il brand del gruppo Calzados Danubio, ha l’Italia come secondo mercato dopo la Spagna. Come riporta Pambianco News, tutte le calzature del brand sono realizzate in Spagna utilizzando prevalentemente materiali italiani. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati