Tod’s è No_Code: la “nuova filosofia di vita” inizia con la Shoeker, metà classica, metà sneaker

Tod’s lancia la Shoeker. Il termine nasce dalla fusione di “shoe” e “sneaker” e identifica un modello “che coniuga il classico con la sneaker sportiva, ibrido e flessibile, creato dal designer coreano Yong Bae Seok” (ex Pininfarina e collaboratore con Tod’s da due anni, nella foto piccola) che ha disegnato una calzatura con tomaia ultraleggera in pelle e neoprene, una ‘T’ impressa sul lato e un fondo in Eva mescolato a gomma. “Ci vogliono circa 5 mesi per progettare una calzatura sportiva” ha detto lo stilista coreano secondo cui il passaggio più complicato è “realizzare la forma perfetta che rispetti le proporzioni”. Shoeker/01 sarà disponibile da domani in tutto il mondo, mentre Shoeker/02 arriverà a breve. L’esordio della nuova calzatura Tod’s è stato annunciato ieri in una conferenza stampa che si è svolta a Milano e convocata per illustrare i prossimi passi di “No_Code”, il progetto che vuole rappresentare il cambiamento in continua evoluzione nel settore del design e con il quale Tod’s collabora con artisti e designer per nuove capsule. “Non è la presentazione di un prodotto, ma una filosofia di vita, il primo passo di un lungo progetto, che potrà avere declinazioni molteplici” ha sottolineato ieri Diego Della Valle. Michele Lupi, dal primo dicembre men’s collection visionary del gruppo marchigiano del lusso, ha affermato: “I prodotti di questa label sono stati pensati per persone che vivono esistenze più libere. Non avranno stagioni né codici”. Oltre a Yong Bae Seok, gli altri nomi che muoveranno i prossimi passi del progetto sono stati rivelati alla conferenza stampa: lo statunitense Chris Bangle (designer di automobili), l’italiana Angela Rui (design curator e scrittrice) e lo chef giapponese Yoji Tokuyoshi. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati