Tutti contro Clarks per le Dolly Babe: “Sono sessiste!”. Intanto il brand investe nelle unisex Trigenic Evo

Il brand calzaturiero inglese Clarks è finito nella bufera, accusato di sessismo per aver dato il nome di Dolly Babe a una scarpa per ragazze, mentre il modello equivalente per i maschi è stato chiamato Leader. Entrambe le scarpe sono realizzate in pelle nera (foto a sinistra). La differenza, a parte il nome incriminato? Dolly Babe presenta il dettaglio di una rosa e la soletta stampata con cuori, mentre la versione maschile è arricchita da un dettaglio ispirato al calcio. Tra i vari post di protesta comparsi sui social anche quelli di diversi politici, tra i quali Nicola Sturgeon, primo ministro della Scozia, che ha definito la situazione “non accettabile”. Clarks si è difesa dicendo che stava rimuovendo Dolly Babe, “una linea ormai vecchia. Ci scusiamo per qualsiasi reato non intenzionale”. Tuttavia, la scarpa da ragazze è ancora disponibile dai rivenditori online tra cui Amazon e John Lewis. Leader invece resta regolarmente in vendita. L’accusa di sessismo arriva in un momento in cui Clarks sembra voler rinnovare la modelleria, guardando al futuro e distanziando il brand dai suoi modelli iconici. Simbolo di questa svolta è Trigenic Evo (immagine a destra), da poco lanciata sul mercato: modello unisex in pelle che presenta chiusure elasticizzate e un fondo diviso in tre parti per assecondare i movimenti del piede. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati