Ugg trascina al ribasso Deckers

   
Secondo trimestre deludente per Deckers, gruppo statunitense proprietario del marchio Ugg. La società californiana ha portato a bilancio una perdita di 29,3 milioni di dollari, che supera di 20 milioni quella registrata nell’analogo periodo 2012. Le vendite tra aprile e giugno sono state di oltre 170 milioni di dollari (contro i 174 nel secondo trimestre dell’anno scorso), per una flessione del 2.5%. I risultati sono leggermente inferiori anche alle aspettative di Wall Street. Le vendite di Ugg (100,4 milioni di dollari) sono scese del 6,9%, quelle di Teva (31,2 milioni) dell’8,4% mentre il brand Sanuk è l’unico in attivo:+7,5% (30,1 milioni). “Ugg è in significativa transizione – esordisce Angel Martinez, presidente e amministratore delegato Deckers – Abbiamo notato la solidità del brand proprio durante le vendite primavera-estate (quelle meno rilevanti per il tiopo di articolistica) e il primo gradimento dei consumatori sulle collezioni autunno-inverno sono incoraggianti. Le nostre previsioni di crescita nel lungo periodo restano positive”. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati