UK, finalmente una buona notizia: tra i tanti calzaturifici che chiudono, Foster & Son investe a Northampton

Una good news dal Regno Unito. Non tutti chiudono e se ne vanno oppure ridimensionano la produzione. C’è anche chi scommette sulla calzatura e, dopo diversi decenni, entro la fine di ottobre, aprirà una nuova fabbrica. Lo storico brand Foster & Son (attivo dal 1840) ha deciso di avviare una produzione interna in una nuova fabbrica da 600 metri quadrati a Northampton. All’interno del nuovo spazio ci saranno “al massimo 20 lavoratori che produrranno scarpe prêt-à-porter da commercializzare all’ingrosso per poi essere vendute a circa 1.000 sterline al paio”. Finora il marchio produceva in partnership con i principali produttori locali (Crockett, Jones e Cheaney) e nel suo piccolo laboratorio-negozio a Londra, che resterà attivo per il servizio su misura. Richard Edgecliffe-Johnson, presidente di Foster & Son, ha dichiarato a Drapers: “Abbiamo faticato per ottenere la qualità richiesta: l’unico modo per ottenerla è quello di avere le macchine migliori e le persone migliori per produrre le scarpe migliori”. La società ha un fatturato annuo di 2 milioni di sterline. “Vogliamo espanderci e avere successo a livello mondiale. Abbiamo un marchio storico molto forte e vogliamo fare leva su questo” ha proseguito il presidente di Foster & Son. Foto tratte da northamptonchron.co.uk. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati