Usa, meno scarpe cinesi e più italiane

Lieve calo dell’import calzaturiero statunitense a gennaio. Gli Usa hanno introdotto 54,5 milioni di paia di scarpe in pelle, oltre due milioni in meno dell’anno precedente, per una decrescita del 3,5%. La perdita è attribuibile quasi esclusivamente alla Cina (1,8 milioni di paia in meno) e in modo meno marcato a Vietnam e Indonesia. In lieve crescita India e Italia; quest’ultima ha esportato 86 mila paia in più di scarpe in pelle (918.744) per una crescita superiore al 9%. Del resto, anche il 2013 si era chiuso in aumento di oltre il 5% per la calzatura italiana, con poco più di dieci milioni di paia esportate. In ripresa il Brasile, che comunque esporta poco, 300 mila paia a gennaio; cifre modeste per i Paesi dell’area sahariana, l’Etiopia e il Portogallo. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati