Valleverde, sette manager indagati

L’indagine del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Rimini sul caso Valleverde, legato alla bancarotta della Spes Spa (la società in cui si era trasformata la prima Spa e che avrebbe dovuto traghettare lo storico calzaturificio verso il concordato preventivo) e ora anche della Valleverde Srl, ha portato a perquisizioni in sei città negli uffici dei vertici vecchi e nuovi del calzaturificio. In totale sono sette i manager indagati, tra i quali anche Armando Arcangeli, fondatore dell’originaria Valleverde Spa. Per la Valleverde srl, che avrebbe dovuto gestire gli asset dell’azienda di Coriano di Rimini, la richiesta di fallimento è arrivata il 19 gennaio. Intanto continuano le proteste dei 130 dipendenti del calzaturificio, senza stipendio da tre mesi, anche sotto casa del curatore fallimentare, contro il sequestro giudiziario dell’azienda in esecuzione a fine mese. Secondo i finanzieri, attraverso un intreccio societario e l’utilizzo strumentale del concordato preventivo, sono stati sottratti all’azienda almeno 10 milioni di euro. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati