Zanotti, la scarpa, lo stile: “Una volta per fare ricerca andavamo nei musei, ora andiamo su Instagram”

La musica per le sneaker. Il digitale per la ricerca, per avere un rapporto diretto col pubblico e prevedere le tendenze dei prossimi anni. Intervistato ieri da Enrico Mentana sul futuro della moda italiana, nel corso del convegno milanese organizzato da Pambianco-Deutsche Bank, l’imprenditore romagnolo ha raccontato il suo mondo: “L’abbinamento con le star della musica conta moltissimo. Inizialmente, quando avevo meno risorse, è stato un modo per dare forza al brand ora serve a catturare i fan sui canali digitali” ha detto Zanotti che ha proseguito: “Ho imparato dalla musica a fare le sneaker di lusso perché proprio dalla musica ho visto che la moda è cambiata”. L’azienda ha 750 dipendenti tra diretti e indiretti e sviluppa il 5% del fatturato in Italia “dove stiamo lavorando bene, così come Francia e Inghilterra, grazie al turismo” ha sottolineato Zanotti che punta alla logistica e dopo averla potenziata negli Stati Uniti e in Europa ora la svilupperà in Asia. “La manifattura è una cosa, la creazione è un’altra. Bisogna trasformare l’arte in prodotto e oggi occorre essere veloci accorciando i tempi tra processo creativo e distribuzione” continua Zanotti che nel corso dell’intervista ha sottolineato spesso il ruolo e l’importanza del digitale: “Prima, per fare ricerca, andavamo nei musei, ora andiamo su Instagram. Con i social hai il riscontro del popolo della strada, hai una verità diretta e salti tutti i passaggi che la possono deformare. Hai una simbiosi con gli utenti che ti permette di vedere il futuro”. Foto: Fashiongonerogue / Fashionista.com (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati