Chimica, più investimenti in Cina per Basf

Puntare sull’automotive e sulle pelli di qualità. Questi sono gli obiettivi di Basf, multinazionale chimica tedesca, che intende rafforzare la sua presenza in Cina. Oltre alla sede principale di Nanchino, infatti, ora Basf vuole investire ulteriormente nel proprio distaccamento di Shanghai, per dare vita a un nuovo centro produttivo all’interno del Chemical Industry Park della metropoli cinese. Con uno stanziamento di ben 90 milioni di euro, il centro produrrà resine ultra-performanti ed e-coat, in modo da rispondere alla domanda, sempre più crescente sul mercato asiatico, di rivestimenti di qualità per auto. Il nuovo sito produttivo entrerà in produzione a partire dalla metà del 2015, operando in sinergia con l’azienda già esistente nello stesso parco industriale, pure adibita alla produzione di rivestimenti per automobili, dove lavorano 450 ricercatori in un laboratorio inaugurato nel novembre dello scorso anno.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati