Serenissima compie 50 anni

Arzignano, Serenissima festeggia 50 anni di economia circolare

Serenissima di Arzignano (Vicenza) taglia il traguardo dei 50 anni di attività. L’azienda ha festeggiato il suo “compleanno” lo scorso 28 luglio con una grande festa a cui hanno partecipato oltre 150 persone tra cui dipendenti, clienti e fornitori.

La storia di Serenissima
Serenissima nasce negli anni Sessanta dall’intuizione di Lidio Marchesini, che, in quel periodo si trasferisce con la sua famiglia dalla provincia di Verona a quella di Vicenza. Nel tempo l’azienda cresce e arriva ad abbracciare altri mercati oltre quello italiano, in particolare quelli europei.

La specializzazione
Come si legge sul sito web dell’azienda vicentina, Serenissima “svolge un’attività indirizzata sia al settore tecnico-alimentare che al settore conciario”. Nel dettaglio: raccoglie e prepara “le spaccature in trippa destinate alla realizzazione di collagene, gelatine e proteine alimentari e non” e “realizza e commercia semi-terminati in wet blue, wet white e crust”. “La nostra azienda nasce recuperando scarti che poi venivano rivalorizzati. Ma, soprattutto, nasce da una profonda e radicata passione per il lavoro e per la gratificazione di poter essere un’azienda utile – spiega il titolare Gianluigi Marchesini -. Utile al mercato, utile ai clienti, collaborativa coi fornitori e vicina ai propri dipendenti. Un forte senso di appartenenza alla tradizione della nostra terra e il desiderio di essere un tassello fondamentale nel processo di creazione di qualcosa indispensabile al mercato, ha fatto sì che questa azienda diventasse quello che è oggi”.

Gli investimenti
Negli ultimi anni gli investimenti di Serenissima sono stati indirizzati, in particolare, al miglioramento della performance ambientale, dello stato igienico-sanitario degli stabilimenti e degli aspetti legati alla salute e sicurezza dei lavoratori. “In pochi anni siamo più che raddoppiati e questo per noi non è solo la conferma che stiamo lavorando bene sul mercato – continua Marchesini -, ma è anche motivo di orgoglio per il fatto di poter creare lavoro nella nostra terra”.

I prossimi 50 anni
“Il futuro da una parte porterà tanti cambiamenti e dall’altra vedrà delle cose, invece, rimanere immutate – conclude Marchesini -. Continui saranno i miglioramenti che ci consentiranno di offrire un servizio sempre all’altezza, con flussi di lavoro e di produzione più fluidi e innovativi. Poi, una continua attenzione alla ricerca e allo sviluppo di soluzioni capaci di farci crescere. Quello che non cambierà mai saranno la nostra serietà, la nostra voglia di fare bene e quell’impagabile e preziosa soddisfazione, dopo una lunga giornata di lavoro, che nasce dalla consapevolezza di essere stati utili”.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati