Cina, formaldeide eccessiva in scarpe Belle, la multa è di 260 euro

Bazzecola, inezia, minuzia… comunque la si voglia definire, la multa inflitta al gigante cinese della calzatura Belle ha, in rapporto all’infrazione commessa, del ridicolo.

Ecco i fatti

Nell’ambito delle consuete azioni di controllo degli articoli posti in vendita nei mall in Cina, gli addetti dell’apposito ufficio distrettuale di Minhang, quartiere di Shanghai, hanno praticato test a campione sulle scarpe in vendita nello store Belle del Nanfang Friendship Shopping Center. I risultati hanno riscontrato in numerose scarpe un tasso elevato di formaldeide, sostanza cancerogena.

Le conseguenze
Come riporta la stampa locale, il locale Ufficio per la regolamentazione del mercato ha innanzitutto disposto il sequestro delle scarpe incriminate. In seconda battuta ha inflitto a Belle Shoe un’ammenda di 2.000 yuan, cifra pari a poco meno di 260 euro. Un’inezia per un gigante come il gruppo cinese della scarpa.

Termine di paragone
Per intendere le proporzioni della faccenda, la multa inflitta a Belle è di poche centinaia di yuan inferiore a quella che dovrà pagare Carrefour. L’insegna della grande distribuzione è stata beccata a vendere uova scadute in un negozio nel noto quartiere Pudong. Per uova marce e scarpe cancerogene, la multa è la stessa! (ap)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati