Cina: scaricavano nel fiume, chiuse sei concerie

Sei concerie sono state chiuse dell’ufficio di protezione ambientale della città di Rui’an, dove le autorità locali hanno intensificato la lotta contro la pratica degli scarichi illegali nel sistema fluviale nella foresta di Fuquan, nei pressi della città di Taishan (Sudest della Cina). Le concerie disperdevano le acque di scarico senza alcun trattamento o filtraggio, causando l’intorbidimento di un fiume. I funzionari di governo hanno staccato la corrente elettrica, smontato i macchinari e sequestrato sedici bottali.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati