Per due volte in 5 anni intossica gli operai con gas letali: conceria neozelandese paga multa monstre

L’incidente è avvenuto lo scorso aprile, ma la condanna è arrivata nella penultima settimana di ottobre. La conceria neozelandese Tasman Tanning è stata condannata al pagamento di una multa pari a circa 224.000 euro e al risarcimento di un indennizzo di oltre 10.000 euro all’operaio vittima di intossicazione da gas potenzialmente tossico. Contro l’azienda è valsa l’aggravante di essere già stata protagonista nel 2012 di un episodio simile. Tornando ai fatti dello scorso aprile, l’operatore che manovra il carrello elevatore è stato investito da una perdita di acido solfidrico, che gli ha causato perdita di conoscenza e convulsioni. A Tasman Tanning sono state contestate mancanze infrastrutturali e di formazione del personale. Nella stessa azienda nel 2012 21 operai erano rimasti intossicati da acido solfidrico. (in foto, l’incidente del  2012 dall’archivio di New Zealand Herald)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati