In Toscana sempre più furti di pellame

Tra i beni industriali più soggetti a furti negli ultimi tempi compaiono senz’altro le pelli. L’ultima notizia in merito arriva da Livorno, dove ieri sera è stato messo a segno un furto di 11 bancali di pelli conciate per il valore di circa 7 mila euro a bancale. Provenienti dal distretto veneto, le pelli erano in consegna al porto della città toscana per essere destinate all’export. A dare l’allarme è stato il titolare di un’agenzia adiacente alla società di spedizioni che aveva in carico il materiale, accortosi di una manomissione al cancello di ingresso del suo capannone. Dopo il successivo sopralluogo, gli agenti della volante hanno notato in un angolo nascosto del piazzale 5 bancali di pellame e due muletti da carico, che però non appartenevano al titolare della carrozzeria. È emerso che alla ditta confinante erano già stati sottratti altri 11 bancali dello stesso tipo, e che i 5 rinvenuti erano stati lasciati a terra, forse per essere recuperati in un secondo momento. Il costo raggiunto dalle pelli le rende sempre più appetibili ai ladri. Il bottino stimato è di circa 80 mila euro. (ag)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati