India: 41 milioni di litri di reflui conciari finiscono ogni giorno nel Gange

Due esperti governativi tedeschi sono stati chiamati dall’amministrazione indiana di New Delhi per unirsi al gruppo di lavoro che sta affrontando il problema dell’inquinamento del Gange causato dalle locali concerie. Fritz Holyzwarth (ex direttore dell’Ufficio acque del ministero dell’Ambiente) e Uwe Faehmann (ex responsabile dell’Ufficio Acque tedesco) hanno effettuato sopralluoghi in diverse concerie e visitato l’impianto di depurazione di Sisamau Nulla. Il loro rapporto indica che 41 milioni di litri di reflui conciari non trattati si riversano quotidianamente nel Gange. I due esperti tedeschi hanno rilevato anche che la legislazione indiana presenta gravissime lacune nella gestione dell’impatto ambientale delle industrie e nell’applicazione delle sanzioni, che risultano estramamente modeste. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati