L’Ultima Cena, microincisa a grandezza naturale, su pelle Vicenza Pelli: a voi il progetto di Francesco La Rosa

L’Ultima Cena di Leonardo da Vinci sarà riprodotta in pelle nella sua dimensione originale: 8,8 metri in lunghezza e 4,6 metri in altezza. Il progetto è firmato dalla collaborazione tra il produttore cinematografico Oscar Generale, che vive negli Stati Uniti da vent’anni, e l’artista contemporaneo Francesco La Rosa. I due hanno già creato una linea limited edition di borse in pelle “intagliate” con il brand Aranyani che sono state tutte vendute. Ora, per celebrare l’anniversario del 500esimo anno della morte di Leonardo Da Vinci, è nata l’idea di riprodurla in pelle mediante la tecnica della microincisione su cuoio con coltelli e bisturi. Tutto fatto a mano, come qualsiasi opera di La Rosa che scolpisce sulla pelle, millimetro per millimetro, per creare opere d’arte fotorealistiche, in dimensioni molto grandi. Il video sulla realizzazione dell’opera e l’opera stessa daranno vita ad una mostra itinerante in tutto il mondo. La pelle utilizzata è stata fornita dalla conceria veneta Vicenza Pelli che, avendo conosciuto La Rosa, ha deciso di sposare ogni opera da lui creata. “Per realizzare questa opera abbiamo scelto un crust bovetto con concia misto vegetale di spessore 1,4-1,6” ci dicono dall’azienda veneta che ha fornito diverse pelli, ampie e di altissima qualità per permettere all’artista di riprodurre il famoso dipinto di Leonardo. La realizzazione dell’opera dovrebbe cominciare IN questi giorni, con l’obiettivo di presentarla finita nello stand Vicenza Pelli alla prossima edizione di Lineapelle, in programma dal 2 al 4 ottobre a Fieramilano Rho (mv)
Nell’immagine, l’originale de L’Ultima Cena di Leonardo, conservato a Milano, e, nel riquadro, Francesco La Rosa al lavoro

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati