Nigeria, quanto varrebbe la concia se si esprimesse a pieno potenziale: “900 milioni di export e 1 milione di posti in più”

Se non dovesse riuscire a far crescere il proprio settore conciario, la Nigeria manderebbe in fumo più di 200 milioni di dollari ogni anno. Nel corso di un convegno organizzato dalla Manufacturers Association of Nigeria, l’esperto di economia Bello Abba Yakasai, ex consulente degli uffici nazionali per il progetto di sviluppo internazionale lanciato dal governo del Regno Unito, ha spiegato che attualmente dal Paese sono esportate tra i 40 e i 50 milioni di pelli grezze ogni anno per un fatturato che oscilla tra i 600 e gli 800 milioni di dollari. Tuttavia, come si legge sul quotidiano leadership.ng, Yakasai ha spiegato che “l’industria delle pelli potrebbe generare vendite per 900 milioni di dollari dando lavoro a circa 1 milione di persone tra impieghi diretti e indotto“. Per esprimere tutto il proprio potenziale la Nigeria dovrebbe però incoraggiare e investire sulla vendita di prodotti finiti, consentendo così uno sviluppo del settore e una crescita professionale dei suoi artigiani. Un processo che, stando sempre alle parole di Yakasai, sarà sostenuto dal Fondo di sviluppo per le piccole e medie imprese (MSME). (art)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati