Pakistan: pelli buttate per carenza di energia elettrica

L’export dell’area pelle pakistana è cresciuto del 6,6% tra luglio e ottobre, primo quadrimestre fiscale del Paese. Secondo i dati emessi dal Ministero del Commercio, l’abbigliamento in pelle ha registrato un balzo dell’11,24%, ma è soprattutto la scarpa in pelle (+27,98%) a segnare i dati migliori, trainando l’intero settore calzaturiero (+17,17). Le cifre sono state accolte con sollievo, dopo che ad agosto l’area pelle era calata dell’8% (101 milioni di dollari) con un calo del conciato del 10%, ma con un aumento della scarpa (6%). Nel frattempo, il presidente della Pakistan Tanners Association, Sheikh Saqib Saeed, continua a sollecitare il governo di Islamabad perché risolva l’endemico problema della carenza (e irregolarità) dell’approvvigionamento di energia elettrica. Lo scorso mese, durante la festività religiosa musulmana di Eida in cui viene raccolto il 30% del grezzo ovino annuale, il 20% è andato perduto a causa del disservizio. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati