Ricerca, Arzignano protagonista nel progetto Green Life

Cinque aziende appartenenti alla filiera vicentina della concia sono protagoniste di un progetto di sperimentazione pilota, che ha preso formalmente il via in questi giorni. “Green Leather Industry for Enviroment”, ribattezzato Green Life, prevede un investimento di 2,3 milioni di euro in tre anni, finanziato per il 50% dalla Commissione Ue. Si tratta delle concerie Dani (nella foto) e Gruppo Mastrotto, dell’azienda chimica Ikem, dell’impresa del settore biotecnologico Ilsa e di Acque del Chiampo, società che gestisce la depurazione delle acque. “La proposta – comunica il gruppo responsabile del progetto – ha superato una severa selezione: solo 47 dei 421 progetti che l’Italia ha presentato sono stati finanziati. Una conferma sia della bontà tecnica del progetto che dell’attenzione da parte delle istituzioni verso un distretto industriale leader a livello mondiale”. Le linee del percorso di ricerca consistono in: sperimentazione di calcinaio ossidativo con recupero dei bagni ed enzimatico; sperimentazione di conce metal-free; recupero, trattamento e valorizzazione dei sottoprodotti del processo conciario; valutazione dell’effetto delle nuove tecnologie sul sistema della depurazione delle acque; analisi degli impatti ambientali e socio-economici delle stesse. (ag)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati