Santa Croce: sgominata la “banda degli insospettabili” che rubava in conceria

Dodici persone sono state denunciate dai carabinieri di Santa Croce sull’Arno perché ritenute coinvolte in una serie di furti avvenuti in conceria della zona durante il 2013. Il valore delle pelli rubate ammonta a 700.000 euro, di cui 500.000 recuperati dai militari dell’Arma. L’indagine ha subìto una svolta grazie al ritrovamento di un telefono cellulare in un’azienda “visitata” dai ladri. Dalle successive intercettazioni è emerso che la banda, composta da operai conciari, imprenditori di imprese del settore e autotrasportatori, aveva stretto una rete tra insospettabili che effettuavano furti mirati per poi far finire la refurtiva in ditte del sud Italia. Tra le concerie maggiormente colpite Antiba e M2. (aq)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati