Spagna: la conceria Fontanellas y Marti dichiarata insolvente

La conceria spagnola Fontanellas y Marti, con base a Igualada (Barcellona), è stata dichiarata insolvente, dopo aver inutilmente negoziato il debito da 26 milioni di euro con i creditori, gli istituti di credito Banco Santander, BBVA e La Kutxa. I problemi di Fontanellas sono iniziati con la decisione di investire nello sviluppo di una conceria di proprietà in Vietnam con la quale intendeva servire la sua clientela internazionale. La debolezza dell’economia europea ha fatto il resto, impedendo al management di stare al passo con i mutui contratti in patria (i ricavi sono scivolati dai 45 milioni del 2012 ai 26 dell’anno scorso). Durante il 2013 l’azienda ha dovuto mettere in cassa integrazione 150 dipendenti della sede spagnola e avviato un negoziato per la ristrutturazione del debito. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati