Un po’ di ossigeno per Conceria del Chienti

Futuro meno grigio per Conceria del Chienti. Il Tribunale di Macerata ha ammesso l’azienda di Tolentino al ricorso della procedura di concordato preventivo con riserva. La conceria avrà tempo fino al prossimo 11 ottobre (data dell’udienza e della verifica) per la presentazione di un piano di sviluppo. Lo stesso Tribunale ha autorizzato la prosecuzione dell’attività della conceria fino al 30 settembre. Contestualmente, è stato siglato un accordo con 2 delle 8 banche esposte, Banca delle Marche e Ubi Banca, che hanno deciso di sostenere l’azienda stanziando ognuna 500 mila euro per l’anticipo delle fatture di vendita. Questo permette a Del Chienti di proseguire la produzione. Inoltre, è stato raggiunto un accordo con tutti i fornitori più importanti, che hanno deciso di congelare i loro crediti antecedenti la procedura di liquidazione. Nei prossimi giorni si attende la risposta degli altri 6 istituti di credito coinvolti: Banca dell’Adriatico, Bnl, Banca della Provincia di Macerata, Unicredit, Monte dei Paschi di Siena e Banca di Credito Cooperativo di Recanati e Colmurano. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati