Uruguay, conceria Zenda (Jbs) in sciopero

Gli 800 dipendenti della conceria Zenda Leather di Nuevo Paris in Uruguay sono in sciopero dopo la messa in cassa integrazione di sette colleghi. La protesta ha avuto inizio il 2 giugno, dopo un incontro a cui hanno partecipato anche i rappresentanti del ministero del Lavoro. Pablo Garcia, presidente del sindacato dei conciatori Uoc, ha dichiarato al quotidiano El Pais che occorreva “inviare un segnale” alla proprietà, Jbs Couros, dopo il rifiuto a ritrattare la decisione sui sette operai risalente al 30 maggio. Garcia ha anche precisato che i dipendenti chiedono il miglioramento delle condizioni di sicurezza nell’impianto dopo il grave incidente accaduto lo scorso mese ad un operaio esterno addetto alla pulizia. Secondo il sindacato, alla Zenda Leather alcune mansioni sono offerte (a salario maggiorato) a dipendenti non iscritti ai sindacati. La conceria, che opera nella destinazione automotive, esporta conciato alla fabbrica sudafricana di Jbs e in Messico. Il grezzo è per metà di provenienza domestica, ma è importato in parte da Brasile ed Europa. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati