50.000 euro di borse contraffatte: 4 pelletterie cinesi sotto sequestro in Toscana

Un’operazione partita nel bolognese ha avuto come effetto il sequestro di 4 pelletterie in Toscana nella zona tra Sesto Fiorentino e l’Osmannoro. Tutto è iniziato con un controllo della guardia di Finanza in una società dedita al commercio all’ingrosso di articoli di pelletteria a Funo di Argelato nel bolognese. I prodotti, tra i quali borse riproducenti i brand Gucci, Zanellato, Pinko e Chloé, sono risultati contraffatti e così i militari sono risaliti ai centri di produzione. Nelle successive perquisizioni sono state sequestrate 463 borse contraffatte, 155 prodotti semilavorati, 747 gioielli e applicazioni metalliche riconducibili al marchio Gucci ed otto macchinari per il confezionamento delle borse presso i laboratori. I titolari delle imprese, tutti cittadini di origine cinese, sono stati denunciati per i reati di produzione e vendita di merci riportanti marchi contraffatti. Il valore commerciale della merce sequestrata ammonta ad oltre 50.000 euro. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati