Bruxelles e la contraffazione: “interpretazione univoca”, black list e accordi bilaterali

La Commissione Europea ha varato un pacchetto di misure per la lotta alla contraffazione e la tutela della proprietà intellettuale delle imprese europee. Le misure prevedono un’interpretazione univoca della Direttiva contro la contraffazione del 2004 per tutti i Paesi UE, ma anche la pubblicazione da parte di Bruxelles di “liste aggiornate contenenti le nazioni che favoriscono l’illegalità, nonché maggiore assistenza alle autorità doganali europee”. Allo stesso tempo sono in programma accordi bilaterali, in particolare con nazioni del continente asiatico, per la lotta alla realizzazione di prodotti copiati. Per quanto riguarda nello specifico il Bel Paese e l’Italian sounding, l’invito che proviene dalla Commissione Europea è quello di registrare sempre il marchio d’impresa sia in Italia sia nei Paesi con i quali si commercia.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati