Caserta, calzaturificio clandestino produceva falsi

Scoperta e sequestrata una fabbrica di scarpe false clandestina a Villa di Briano, in provincia di Caserta. Ci lavoravano 16 operai cinesi, che dormivano nella struttura su due livelli. Il titolare, un uomo residente a Marano (Napoli), è stato arrestato; deferiti due cittadini cinesi per violazioni delle leggi in materia di lavoro e impiego. Erano questi ultimi a gestire il laboratorio, sprovvisto di autorizzazioni, nonché delle più elementari misure di sicurezza contro gli infortuni sul lavoro che confezionava calzature prive di marca. Tra i 16 lavoratori, quattro risultano essere immigrati irregolari.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati