Fano, grossista di falsi Vuitton scoperto dalla Finanza


La Guardia di Finanza di Fano vede un corriere espresso che scarica alcuni scatoloni di medie dimensioni in un edificio già noto alle forze dell’ordine, perché abitato da stranieri che commercializzano merce con marchi contraffatti, si insospettisce ed effettua il controllo. Così sono stati scovati a Mondolfo oltre duemila articoli di pelletteria e capi di abbigliamento con marchi falsificati nell’abitazione e nel garage di un senegalese sospettato di rifornire di merce contraffatta altri venditori al dettaglio.

Dopo lo scarico dei pacchi dal furgone del corriere, i militari hanno invitato il senegalese ad aprire immediatamente uno degli scatoloni, all’interno del quale sono stati trovati numerosi borsellini con il marchio “Louis Vuitton”, palesemente contraffatti. A quel punto, militari hanno dato esecuzione alla perquisizione dell’abitazione, che ha permesso di rinvenire ulteriore merce, contenuta in numerosi scatoloni, simili a quelli scaricati poco prima, sia nei locali della stessa casa che nel garage. La merce sequestrata avrebbe fruttato un guadagno illecito pari ad almeno 40.000 mila euro. La Guardia di Finanza di Fano ha dedotto che il senegalese denunciato possa essere un grossista della zona da cui si sarebbero poi riforniti altri suoi connazionali con l’approssimarsi della stagione estiva. (m.v.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati