Bruno Magli: oggi il tribunale deciderà a chi assegnare il marchio

Oggi pomeriggio alle 16 l’asta del Tribunale di Bologna deciderà il futuro del brand Bruno Magli, società produttrice di calzature di lusso, in concordato preventivo dallo scorso luglio. L’udienza per il voto dei creditori sul concordato è invece prevista per il 5 marzo 2015. Tra i vincoli chiesti per la presentazione delle offerte ci sono il mantenimento della sede a Bologna, la copertura integrale del debito pari a circa 18-20 milioni di euro, oltre all’impegno a negoziare con il Cda “accordi finalizzati alla ripresa, diretta e/o indiretta, (di parte) dell’attività d’impresa, sulla base di condizioni che possano assicurare la massima salvaguardia occupazionale e, contestualmente, tutelare l’indotto e preservare il collegamento del brand con la tradizione, il gusto e la cultura del made in Italy”. Il brand per ora è conteso dal fondo Carlyle (in cordata con l’investment company Blue Star) e da Marquee brands, veicolo del fondo Neuberger Berman che secondo Il Sole 24 Ore avrebbe già depositato 22,5 milioni di euro a titolo di garanzia a fronte di debiti del gruppo di circa 20 milioni di euro. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati