Chimica, incendio da Lacsa (Torino): gravi danni alle strutture, nessuno ferito, 5 ore per domare le fiamme

Sono proseguite stamani le analisi di ARPA per verificare la qualità dell’aria a Rosta, comune della Città Metropolitana di Torino, dove nella tarda serata di ieri è andata a fuoco Lacsa, azienda che produce ausiliari chimici per conceria. Le fiamme sono divampate attorno alle 21, sprigionando un’alta colonna di fumo. Sul posto sono intervenute 8 squadre dei Vigili del Fuoco che sono rimaste impegnate nelle operazioni di spegnimento fino alle 2 di questa mattina. Non ci sono stati né feriti né intossicati, mentre il capannone è stato semidistrutto. Secondo quanto riporta il quotidiano La Stampa, le fiamme hanno coinvolto il cortile esterno dell’azienda dove vengono stoccati “i bancali in legno e i fusti in plastica, sia quelli vuoti sia quelli pieni di resine e oli per la lavorazione e concia di pellami”. I Carabinieri della stazione di Rivoli, insieme ai Vigili del Fuoco, hanno avviato le indagini per individuare le cause dell’incendio. Lacsa è presente sul mercato dal 1976. La sua sede occupa circa 5.000 metri quadrati e all’interno vengono prodotte resine, ausiliari, sintetici, concianti, riconcianti e ingrassi.
Nell’immagine, lo screenshot della pagina web del quotidiano La Stampa relativa alla cronaca dell’incendio. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati