Coppa America a Napoli, Maddaloni indagato e “portatore di interessi personali”

L’inchiesta della Procura di Napoli sulla Coppa America coinvolge indirettamente anche la Stazione Sperimentale delle pelli. Il presidente della Camera di Commercio e della Ssip, Maurizio Maddaloni (nella foto), è infatti indagato per abuso d’ufficio per la modifica dello statuto di Acn, la società di scopo che sarebbe stata “trasformata di fatto in una partecipata” e dove, al posto dell’Unione industriali, è entrata come socio la Camera di Commercio. Scrive oggi il quotidiano Repubblica, nelle pagine di Napoli, che Maddaloni sarebbe considerato dalla Procura “portatore di interessi economici personali” per le sue attività nel settore turistico. Le indagini hanno già coinvolto il sindaco Luigi De Magistris, il governatore Stefano Caldoro e l’ex presidente della Provincia, Luigi Cesaro. “Appare assai sospetto che la città di Venezia si sia aggiudicata la manifestazione pagando un quinto di quanto corrisposto dalla città di Napoli”, scrive la Procura nel decreto di sequestro del computer del capo di gabinetto del sindaco. Della vicenda si starebbe occupando la Corte dei Conti.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati