Cuoio di Toscana, Istituto Marangoni e le scarpe del futuro: i vincitori del concorso “Think Shoes!”

Moda, innovazione e rispetto per l’ambiente. Su questi tre punti chiave si sviluppano le scarpe del futuro ideate e disegnate dai giovani stilisti under 30 che hanno partecipato al contest “Think Shoes!”, ideato da Cuoio di Toscana e Istituto Marangoni, in collaborazione con Toscana Manifatture. Tra i 24 partecipanti al concorso, rivolto agli studenti dei corsi dell’Istituto Marangoni delle sedi di Firenze e Milano, sono stati quattro i vincitori che hanno realizzato i migliori progetti seguendo lo schema “Glamour/Elegante uomo”; “Glamour/Elegante Donna”, “Millennials Uomo” e “Millennials Donna”. Hanno sorpreso la giuria per originalità: Ishita Bajaj (Taiwan), con un mocassino in pelle con suola decorata in parte a scacchi; Kseniia Moskvina (Russia) con una calzatura dalla doppia suola rialzata ispirata ai colori naturali del pitone; Ivana Favaretto (Messico) con una scarpa col cinturino in pelle intercambiabile; Shlomit Bela Tawfik (Israele) con uno stivaletto con zip davanti e tacco scanalato. I prototipi sono stati realizzati utilizzando la suola in cuoio brandizzata Cuoio di Toscana, ma gli studenti hanno sviluppato anche un’alternativa originale alle sneaker in gomma, pensando al target Millennials. In occasione della 92esima edizione di Pitti Immagine Uomo le calzature saranno in mostra (dal 14 al 16 giugno) presso la sede di Istituto Marangoni di Firenze (via de’ Tornabuoni, 17) con l’esposizione “Think Shoes!”. (mvg)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati