Imposero il pizzo a un calzaturificio: tre arresti

Con l’arrivo delle festività natalizie era arrivata anche la richiesta di pagare il cosiddetto “pizzo”. Accadde l’inverno scorso al titolare di un calzaturificio di Frattamaggiore, in provincia di Napoli. L’uomo non si fece intimidire e reagì coraggiosamente con una denuncia alle pressioni ricevute. Ora, dopo mesi di indagini, i Carabinieri hanno notificato tre ordinanze d’arresto per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso: si tratta di Angelo Pezzullo, di 42 anni, già in carcere per estorsione, e di Antonio Auletta e Domenico Crispino, di 35 e 22 anni. (m.c.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati