Leather Queen: il film Bohemian Rhapsody celebra la passione di Freddie Mercury (anche) per la pelle

“Mi diverto con i vestiti sul palco. Non è un concerto che state vedendo, è una sfilata di moda”. Così il frontman dei Queen definiva il suo rapporto con gli abiti di scena. Provocatorio e fuori dagli schemi, Freddie Mercury è stato un pioniere della libertà di espressione. Amava indossare giacche, pantaloni e accessori in pelle, tanto che molti modelli sono diventati iconici grazie a lui. Istrionico, ma sempre attento alla qualità di ciò che indossava: “Mi vesto per uccidere, ma con gusto” aveva dichiarato. Il look era parte del suo show e rappresentava una rivendicazione del suo modo di essere. Per nulla facile è stato quindi per il costumista Julian Day ricreare l’immagine del cantante per il film che sta sbancando i botteghini, Bohemian Rhapsody diretto da Dexter Fletcher e Bryan Singer, pellicola acclamata per la magistrale interpretazione di Rami Malek. È stata fatta una ricostruzione minuziosa degli outfit anni ’70 e ’80 della band. Ad esempio, per lo storico concerto di Live Aid nello stadio di Wembley del 1985, che apre e chiude il film, Day ha contattato Adidas per riprodurre le scarpe da box con la suola sottile degli anni ’80 indossate da Mercury e dal chitarrista Brian May. Non solo, per declinare il modo fedele il look del cantante è stato rintracciato Robert Alsop, l’originale designer di pelle che aveva creato la cintura borchiata e il bracciale di Mercury.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati