Santa Croce, vandalizzato il Museo della Conceria. Il Sindaco: “Agibile per ospitare le opere di Amici per la Pelle”

Vetrate distrutte senza un perché. L’ingresso del Museo della Conceria di Santa Croce sull’Arno è stato colpito da un atto vandalico, nel primo pomeriggio di giovedì scorso, 7 febbraio. Grave il danno, stimato per il momento in alcune migliaia di euro, subito dall’edificio di proprietà del Comune: le porte erano in cristallo antisfondamento, per questo particolarmente spesse e costose. Dalle prime ricostruzioni dell’accaduto gli autori del gesto sarebbero due ragazzi che, per spaccare i vetri, avrebbero utilizzato una macchinetta del sistema antincendio. “Sono rimasta davvero delusa e amareggiata quando sono venuta a conoscenza di questo gesto ingiustificato – ha commentato il sindaco di Santa Croce, Giulia Deidda -. Soprattutto perché sembra che siano coinvolti due ragazzi. E questo significa che ancora manca la consapevolezza del bene comune nei nostri giovani. Mi dispiace molto che non ci si renda conto che un bene pubblico appartiene a tutta la collettività”. Il Museo della Conceria è coperto da assicurazione contro gli atti vandalici: “Questo significa che almeno il danno non peserà sulle casse della Pubblica Amministrazione e quindi sulle tasche dei santacrocesi, visto che le porte danneggiate andranno sostituite quanto prima – ha aggiunto il Sindaco -. Subito dopo Lineapelle Milano, come ogni anno, le opere in pelle realizzate dai ragazzi delle scuole per il concorso Amici per la Pelle saranno esposte nelle sale del museo”.
Nell’immagine, lo screenshot della gallery relativa all’atto vandalico pubblicata dal portale ilcuoioindiretta.it.

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati