Anche nell’e-commerce si rischia il crac: la canadese Shoes.com sospende le vendite e prepara la liquidazione

Arrivano anche dal commercio on line le prime delusioni. La canadese Shoes.com è ufficialmente in bancarotta. Venerdì 27 gennaio aveva annunciato di aver chiuso le operazioni di vendita (i siti internet Shoes.com, OnlineShoes.com e ShoeME.ca e i due negozi di Vancouver e Toronto) per lavorare con le banche al fine di liquidare le attività e indirizzare alcune società di proprietà verso il fallimento. La Inverness Group è la società nominata dalla corte di Washington per gestire le attività del gruppo negli Stati Uniti mentre in Canada la sorte del gruppo appare segnata. Secondo gli analisti, le vendite degli asset non riusciranno a coprire tutti i debiti dell’azienda. L’avventura di Shoes.com è iniziata nel 2012 come Shoeme.ca. All’inizio di quest’anno alcune operazioni hanno accelerato le difficoltà di Shoes.com: la vendita della concorrente Shoebuy.com a Wal-Mart per 70 milioni di dollari e la crescente sinergia tra il leader di mercato Zappos e il suo proprietario Amazon.com. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati