Attenti al web, lunedì è il Prime Day: Amazon promette di polverizzare ogni record di acquisti online, moda compresa

Il Giorno del Giudizio, online, è dopodomani. Il Prime Day 2018 di Amazon, in  programma dalle 12 di lunedì 16 luglio fino a tutto martedì (6 ore in più rispetto all’edizione 2017), è destinato a battere tutti i record dello shopping online. Già nel 2017 aveva superato i vari Black Friday, Cyber Monday e Singles Day, iniziative nate con lo scopo di fidelizzare il cliente in una sfida al consumo digitale sempre più competitiva. Il Prime Day coinvolgerà i clienti Prime di Stati Uniti, Regno Unito, Spagna, Messico, Giappone, India, Italia, Germania, Francia, Cina, Canada, Belgio, Austria e (da quest’anno) anche di Australia, Singapore, Paesi Bassi e Lussemburgo. L’obiettivo è centrare la previsione (elaborata dalla società di ricerche retail Coresight Research) dell’incasso record di 3,4 miliardi di dollari: furono 2,4 quelli incassati lo scorso anno). Durante il Prime Day, giunto alla quarta edizione, i clienti Amazom Prime possono acquistare i prodotti in offerta proposti da artigiani e piccole e medie imprese italiane che vendono su Amazon. Il gigante dell’e-commerce sostiene di aver creato oltre 900.000 posti di lavoro grazie agli incassi che le PMI nel mondo hanno ottenuto con le vendite del Prime Day. Quello che non si è mai saputo è il contrario: quanto non incassano i negozi tradizionali per colpa del Prime Day? (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati