Cina, affari a gonfie vele per il Singles Days


Quella dell’11 novembre per la Cina è una festività sui generis: si lavora come sempre, ma pochi rinunciano alla tentazione dello shopping. Si tratta di quello che in inglese è stato ribattezzato “Singles Day”. La sua origine è universitaria: infatti è il giorno che nei campus cinesi viene dedicato alla vita da scapoli e proprio per la ripetizione del numero “1” è stata scelta, come data, l’11 dell’11
Quest’anno, più che i negozi, a festeggiare sono stati i siti internet, che hanno lanciato speciali promozioni per l’occasione. Come quelle in cui si è imbattuto Nicholas Qiu, un commerciale della provincia di Shandong, che si è fermato davanti al monitor fino alle due del mattino per comprare abiti e accessori a metà prezzo, spendendo 690 dollari in un colpo. La sua storia viene riportata dal quotidiano China Daily.
I risultati sono sensazionali. Tmall e Taobao, due vetrine on line del gigante dell’e-commerce Alibaba, hanno raccolto in una sola giornata la bellezza di 14,1 miliardi di yuan, pari a 1,75 miliardi di euro. È il record mondiale per gli e-store. Secondo la società di ricerche comScore, questo introito è ben più alto rispetto a quello fatto segnare nell’ultimo Cyber Monday degli Stati Uniti, il giorno successivo al Thanksgiving, che segna in sostanza l’avvio della holiday season: quel giorno le vendite on line americane toccarono quota 1,25 miliardi di dollari.
Altrettanto impressionanti le cifre se paragonate a quelli del commercio tradizionale. Il quotidiano cinese riporta che nei primi 30 minuti delle promozioni, senza ovviamente far coda alle casse, Taobao e Tmall hanno incassato 930 milioni di yuan, pari al totale degli incassi dell’intera Hong Kong in un giorno d’agosto.
Il ricorso al commercio elettronico continua ad aumentare in Cina. Lo scorso anno è stato pari al 4,32% degli incassi totali.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati