Bread & Butter taglia gli espositori in nome della qualità

Karl-Heinz Müller, presidente di Bread & Butter, ha comunicato la decisione di ridurre il numero degli espositori già dalla prossima edizione, quella del 15-17 gennaio: “Non abbiamo alternative: dobbiamo essere molto più selettivi. I buyer sanno che debbono differenziarsi e Bread & Butter deve essere la fiera dove trovare ispirazione. Non ragioniamo più in termini di quantità, ma di qualità perchè solo così possiamo attrarre i top buyer”. Nella storica sede dell’aeroporto Berlin-Tempelhof, quest’anno ci saranno infatti un centinaio di stand in meno per un totale di 520 espositori. Sono state tagliate aziende di recente acquisizione, ma anche alcune presenti dalla prima edizione, ma ci sono state anche alcune new entry: 14 per l’esattezza.  Sono previsti, per esempio, gli esordi di Tretorn, Le Chameau, Emu Australia, Crocs and Kappa, mentre torneranno Toms, Sorel, Clarks, New Balance, Irregular Choice e Converse. Diversi gli eventi satellite della fiera, tra cui uno dedicato al rilancio dell’italiana C.P. Company. Nella foto, uno stand dell’ultima edizione 2012. (p.t.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati