Le voci della scarpa italiana a Obuv: meno prezzo, più prodotto

Secondo giorno di Obuv a Mosca

A Mosca più che di prezzo, si parla di modelli. Uno switch sufficiente, per ora, a rinfrancare l’animo degli espositori italiani che oggi stanno affrontando il secondo giorno di Obuv. Se qualche edizione fa si parlava solo di listini, con relativa penalizzazione per i calzaturieri che producevano tutto in Italia, oggi, infatti, sembra contare di…...

ACCEDI PER CONTINUARE A LEGGERE

Scopri l'abbonamento che fa per te tra le nostre proposte

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati